Cubot X9 : La recensione di TuttoSmart

http://tuttosmart.eu/cubot-x9-la-recensione-di-tuttosmart/


Cubot X9 : L’unboxing di TuttoSmart


 

Un saluto amici lettori di TuttoSmart, oggi vi parleremo di un dispositivo che è stato definito tante volte come il “clone”, o comunque una “copia” dell’iPhone 6, ed ovviamente esteticamente non gli si può dar torto, ma più che “copia” Andorid dell’iPhone io lo definirei lo smartphone dei “MA” perché sotto qualsiasi aspetto c’è sempre un MA. Altro piccolo dettaglio prima di vedere insieme la recensione del Cubot X9, è il prezzo, del quale parleremo dopo.

Design

Il design ovviamente ricorda e riprende quello dell’iPhone basta vedere i fori per lo speaker e microfono inferiore , infatti quello destro è uno speaker e quello sinistro è il microfono, peccato, perché avere due speaker stereo avrebbero aiutato tanto questo dispositivo.

Ritornando al discorso del design, può piacere o meno ,e a me sinceramente piace, ma, ed inizia uno dei tanti ma, la plastica posteriore è “brutticina”, e non è dei migliori. Passiamo ora alla qualità costruttiva, infatti la plastica se già non è delle migliori, le cose peggiorano con i tasti del bilanciere volume e accensione spegnimento, che non sono ben messi, e soprattutto “plasticosi”, ed anche il connettore microUSB lascia fin troppo gioco quando si inserisce il cavo di ricarica. Per concludere, le scritte laterali per il cassetto sim e sim/microSD, utili si ,ma potevano anche esser evitati, anche perché secondo me sono brutti da vedere. Altro dettaglio, ed in questi tempi può esser una novità, la fotocamera, la quale si è comportata molto bene, non sporge, infatti è a filo con la scocca posteeriore; infine come ormai siamo abituati con dispositivi di fascia bassa/media i tasti non solo retroilluminati, ma almeno questi sono più visibili di notte.

Il dispositivo ha dimensioni importanti ed ovviamente dimenticatevi l’uso ad una mano, infatti qui se fosse stata implementata una funzione per usarlo ad una mano sarebbe stata molto  utile. Le dimensioni sono : 143.5*72.5*6.9 mm con un peso di 124 gr, che lo rende molto molto leggero, e soprattutto lo spessore di 6.9 mm aiuta tanto.

Caratteristiche tecniche 

 

  • Display : IPS-LCD da 5 pollici HD ( 1280 x 720 pixel )
  • Processore : octa-core Mediatek (MTK6592M) con clock a 1.4Ghz , core Cortex A7
  • GPU :  Mali 450MP4
  • RAM : 2GB
  • Memoria Interna da 16 GB espandibile tramite microSD fino a 64 GB
  • Fotocamera Posteriore da 13 MegaPixel (Sony)
  • Fotocamera Anteriore da 8 MegaPixel (Sony)
  • Sistema Operativo Andorid KitKat 4.4.4
  • Connettività : Bluetooth 4.0 , A2DP , Wi-Fi 802.11 b/g/n , Hotspot , No OTG , no NFC ma  sistema di condivisione propretario MediaTek “HotKnot” , thetering
  • Dual SIM , se si usa il vano microSD con una NanoSim  con la principale fino al 3G , mentre la seconda ferma al 2G , no LTE.
  • Batteria non removibile , come la back cover , da 2200 mAh.

 

Come si comporta

 

  • Display : il display da 5 pollici si presenta come una buona unità, nulla di più nulla di meno, con molti dubbi sulla sua qualità vedendo le icone, ma nel complesso una buona unità; ovviamente i neri non sono neri assoluti, ma comunque il display è una buona unità. Disponibile anche nelle impostazioni la funzione “ClearMotion”, tecnologia proprietaria di MediaTek, che converte i flussi video da 24/30 a 60 fotogrammi al secondo, in modo da avere una riproduzione più fluida dei contenuti. La luminosità è buona anche se il sensore è molto poco reattivo, infatti molte volte ho dubitato della sua presenza.
  • Audio : Si poteva fare di meglio sopratutto per la presenza dei fori nella parte inferiore del dispositivo ma non è stato così. Infatti non si tratta di un doppio speaker stereo, poiché esso è solo quello posto a destra, mentre quello a sinistra è molto probabilmente, sicuramente,il microfono. L’audio non l’ho trovato molto buono, gracchiante e poco ”naturale” con un volume nella media. Possibilità ovviamente di modificare parametri con equalizzatore, ma il risultato rimane uguale. Forte l’audio in uscita dalla capsula e di buona qualità.
  • Fotocamera : qui tocchiamo il punto di forza dello smartphone. Già da apprezzare il fatto di avere una fotocamera che non sporge da ben 13 MegaPixel, un sensore Sony, il quale è già un ottimo punto di partenza, ma che sul campo si conferma con foto molto belle, ben definite le quali mostrano tutti i dettagli. Ottima anche la fotocamera anteriore sempre Sony da 8 MegaPixel che vi permetterà di avere delle selfie molto belle. La galleria come l’applicazione fotocamera sono ovviamentequlle stock di Android con qualche piccola personalizzazione, tra cui troviamo la sempre amata per il mercato orientale “FaceBeaty” per renderci più belli e con meno rughe. Presente HDR  ed anche modalità scatto continuo , che permette fino a 99 scatti consecutivi,istantanei , ed anche un VideoFoto , diciamo come la modalità di HTC con ZOE, non so se ricordate.
  • Batteria : dopo averlo elogiato con la fotocamera torniamo alla realtà. Infatti se 2200 mHa possono sembrare pochi, ma sono tanti per uno spessore così ridotto, la batteria si comporta male. L’ho testato più giorni del previsto, e dopo tanti giorni non sono ancora riuscito a capire come si comporta. Infatti se il primo giorno si è comportato bene, e mi sono sorpreso visto il processore octa-core, soprattutto nello standby ,i due giorni consecutivi si è comportata malissimo, con una autonomia pessima, dove vedeva l’indicatore scendere sempre più rapidamente, infatti per due giorni consecutivi andavo a dormire con la batteria al 50 % più o meno, e la mattina dopo 7 ore di sonno, il dispositivo era spento e senza batteria. Ho notato un notevole consumo in uso e standby, soprattutto con il wi-fi. Sono riuscito ad arginare il tutto con modalità di risparmio energetico del processore, che minimizza l’utilizzo di tutti e 8 core, ed abbassa la frequenza del processore, nulla di che nell’uso normale e giornaliero, ma una riduzione dei consumi, ma ciò non è bastato; infatti notavo un notevole consumo del wi-fi, che mi ha portato ad effettuare test che mi hanno dimostrato un consumo uguale sia con WiFi che con 3g. Ho arginato il problema levando la geolocalizzazione a basso consumo con WiFi e impostandola solo con “dispositivo”, quindi GPS, e mi ha dato risultati migliori ma comunque parliamo di un quasi 4 ore di display ed arrivare con fatica a fine serata. Dopo vari giorni comunque non sono riuscito a capire la batteria. Disponibile anche un risparmio della batteria ulteriore, ma che scollega connessioni e tutto, quindi almeno per me inutile. Ulteriore consiglio, attraverso il tasto dedicato consiglio di “pulire” ogni tanto la ram per chiudere le applicazioni rimaste aperte in background che vista la mancata ottimizzazione del dispositivo, secondo me aiutano a contenere il consumo di batteria. Per concludere alla fine le 4 ore di schermo attivo le fa, e alla fine dei vari giorni di test consente di arrivare a sera con comunque qualche difficoltà.
  • Prestazioni : ricordiamo che ci troviamo davanti ad un MediaTek MTK6592M con clock a 1.4Ghz , core Cortex A7, frequenza ridotta da 2 Ghz standard del processore che quindi lo rendono teoricamente un processore a basso consumo energetico. Il dispositivo si presenta fluido nelle cose basilari , ma appena usiamo applicazioni come Facebook, va a scatti, ed altri giochi si è comportato diversamente. Infatti ultimamente sto effettuando due tipi di test sui giochi: il primo è Asphalt 8, dove si comporta bene sia con dettagli medi ma anche con dettagli alti, ma poi, se effettuo il test con Candy Crush, può sembrare banale, ma è molto pesante come gioco , si comporta male, con netti rallentamenti nei caricamenti ed anche durante il gioco. I benchmark ottiene buoni risultati con 27mila punti ottenuti, ma sappiamo che lasciano il tempo che trovano. Il dispositivo in generale non scalda e si tiene sempre freddo o al massimo tiepido.
  • Sistema Operativo : monta Android 4.4.4 KitKat con praticamente quasi nessuna personalizzazione ,varie e molte gesture simpatiche ed utili che comunque vedremo dopo.
  • Caratteristiche particolari : Il dispositivo presenta come detto prima molte gesture. Troviamo tra le più utili ed anche personalizzabili a proprio piacere, la possibilità di multitasking tenendo premuto il tasto centrale, dove troviamo anche il tasto per liberare la ram, poi ci sono varie funzioni appunto personalizzabili nella sezione “gesture Control” che ci permettono di scegliere tra le Air, a schermo spento ed acceso . Tra le più utili ci sono quella di sbloccare il dispositivo con il doppio tap, o bloccare il dispositivo con doppio tap sul tasto centrale, possibilità di effettuare uno screenshot con tre dita sullo schermo ma comunque altre editabili ed a scelta come quelle a schermo spento di disegnare una lettera o uno slide e scegliere una funzione particolare. Presenti come detto prima le Air Gesture, stile Samsung, che permettono di avanzare canzoni o foto nella galleria.  Presente anche  il supporto per uso con i guanti. Alcune applicazioni sono le standard Android, come email calendario ecc;  uniche personali del produttore sono il browser , e consiglio vivamente un altro, il file manager, ben fatto, l’applicazione musica e la radio FM solo con le cuffie inserite.
  • Prezzo : il dispositivo è disponibile su GrossoShop.net ad un prezzo di 154,97 € nella colorazione nera, quella che ho io adesso, ed anche in quella Gold. Il prezzo è molto interessante tenuto conto anche della dotazione della confezione.

Conclusioni

Sono stati molti i giorni che ho tenuto in test questo dispositivo e dopo questi giorni nutro ancora dubbi sulla batteria.

Come detto prima si presenta uno smartphone dei “ma”, perché dietro ogni cosa buona c’è sempre il lato negativo.

Tirando le conclusioni il Cubot X9 si presenta con un design molto carino, con unica pecca l’uso della plastica di scarsa qualità, un buon display ed una ottima fotocamera.

I punti deboli sono l’autonomia, ma che comunque dopo vari cicli di ricarica credo la cosa si assesti e rende comunque possibile arrivare a sera ed in generale assicurare le 4 ore di display acceso .

Ricordiamo che il dispositivo è disponibile su GrossoShop ad un prezzo di 150 € che con la dotazione della confezione, un’ottima fotocamera, un bel design ed uno spessore molto ridotto, ed un processore che alla fine rende buono l’uso normale, ma se non chiedete qualcosa in più non da problemi. Quindi tenendo conto che si tratta comunque di un dispositivo di fascia medio/bassa al quale no possiamo chiedere la luna, e bisogna ovviamente scendere a compromessi, lo consiglio soprattutto per la fotocamera posteriore ed anteriore, i punti di forza di questo dispositivo.

Rispondi