Google svela tutti i segreti dei nuovi Nexus in una AMA

http://tuttosmart.eu/google-svela-tutti-i-segreti-dei-nuovi-nexus-in-una-ama/

Dopo la presentazione ufficiale Google ha tenuto un AMA (Ask Me Anything) su Reddit, mettendosi a disposizione di tutti gli utenti rispondendo a tutte, o quasi tutte, le loro domande.

Vi elenchiamo di seguito le cose più interessanti :

  • Display Nexus 6P: lo schermo è realizzato da Samsung ed è un Amoled QHD di ultima generazione
  • Caratteristiche memoria Interna: entrambi i Nexus utilizzano una memoria eMMC 5.0
  • USB Type-C : sia Nexus 5X sia Nexus 6P utilizzano USB 2.0 nonostante la presenza della USB Type-C
  • RAM Nexus 5X: i soli 2GB di RAM per il Nexus 5X sono sono conseguenze del perfetto compromesso tra qualità e prezzo.
  • Manca della ricarica wireless: Nexus 4, Nexus 5 e Nexus 6 hanno la ricarica Wireless perchè la Micro USB è considerata scomoda. Ora con il connettore USB Type-C e la sua reversibilità è tutto molto più comodo e quindi è stata eliminata la carica ad induzione.
  • Nexus 5X e memoria interna: la scelta dei 16GB è dovuta anch’essa compromesso tra qualità e prezzo, ottimo per Google.
  • Nuova Fotocamera da 12.3MP: confermata la grandezza dei pixel da 1,55 um e apertura f/2.0 con autofocus laser. Viene sottolineata però una differenza: solo Nexus 6P ha slow-motion a 240 fps, Smartburst e EIS, stabilizzatore digitale, grazie allo Snapdragon 810. Nexus 5X arriva a 120fps e non ha EIS e quindi nessuna stabilizzazione.
  • Perchè manca OIS: La motivazione è che la grandezza maggiore dei pixel riduce l’effetto movimento che viene ulteriormente annullato attraverso il software utilizziamo la funzione Lucky shot, un’opzione che scatta tre immagini e sceglie la migliore. Viceversa, in caso di registrazione video, viene utilizzata una stabilizzazione basata sul flusso ottico. Ultilizzando SmartBurst viene poi scelta in automatico la migliore immagine tra quelle scattate. Ovviamente su Nexus 5X l’efficacia sarà inferiore.
  • Perchè sono stati scelti LG e Huawei: Google ha sottolineato come per il Nexus 5X si sia voluti tornare al binomio Google-LG, mentre per Nexus 6P si è data la possibilità a nuovi produttori di entrare nel mondo Google Nexus.
  • Ma P e X per cosa stanno: la X del 5X sta per la X di Nexus; la P del Nexus 6P sta per Premium.
  • Lettore di impronte e sicurezza: con Android Marshmallow è stato inserito il supporto al sensore biometrico ma oltre a questo è stata realizzata una Trustzone protetta della memoria. L’API realizzata non consente l’accesso alle applicazioni e le impronte non sono condivise con Google.
  • Posizionamento dell’NFC: come abbiamo già visto sul sito, sul Nexus 6P si trova nella banda nera della fotocamera mentre su Nexus 5X è avvolto intorno alla fotocamera.

Questi i dettagli più interessanti di questo incontro tra Google e gli utenti, ma notare come Google abbia voluto creare con il Nexus 5X un dispositivo dall’elevato rapporto qualità prezzo, scendendo a compromessi, ma secondo noi non ottenuto, poiché sia per il prezzo Americano, nettamente più basso dell’elevatissimo Italiano, è veramente elevato con le caratteristiche tecniche offerte.

Google nexus

Rispondi