OnePlus 2 : La recensione di TuttoSmart

http://tuttosmart.eu/oneplus-2-la-recensione-di-tuttosmart/

OnePlus 2, lo smartphone della discordia e dei tanti dubbi, dovuti soprattutto a preconcetti e pregiudizi, ma che alla fine si sono rivelati non fondati, ma vediamolo insieme nella recensione completa :

Design :

Non sono amante dei dispositivi dalle grandi dimensioni, ma devo dire che questo OnePlus 2 mi ha sorpreso.

Il design, sul quale ero molto scettico, soprattutto per la posizione “strana” della fotocamera, mi ha sorpreso inizialmente, per poi conquistarmi man mano e farmi dimenticare la fotocamera posteriore, anzi sono finito con apprezzarla molto, direi quasi amarla.

Il dispositivo presenta un design semplice, simile al primo, ma differente. Il frame in metallo è stupendo, ed anche la cover posteriore “Sandstone” mi ha conquistato totalmente, diventando una droga e facendomi diventare “dipendente” da essa : Stupenda al tatto, e non come descritta da molti come molto ruvida e “lima per le unghie”.

Le dimensioni si sono abbondanti, ma la costruzione risulta essere “compatta” per come si tiene in mano; infatti definirei la qualità della costruzione come “granitica” in quanto il dispositivo riesce a dare una sensazione di solido e robusto.

Molto bello il tastino laterale per il controllo delle notifiche, elegante e con una finitura piacevole al tatto.

Due appunti sul design:

  • Cover posteriore facilmente removibile
  • Se si tiene il dispositivo in mano afferrandolo solo per il frame, risulta essere un po’ scivoloso, ma nulla di preoccupante!

Caratteristiche :

Scendiamo più nel dettaglio e parliamo di dimensioni e peso :

  • Dimensioni : 151,8 x 74,9 x 9,85 mm
  • Peso : 175 g

Considerazioni : lo spessore sembra di più sulla carta che durante l’uso dove appare molto più sottile. Stessa cosa per il peso il quale è ben distribuito e non ho mai avuto affaticamenti per uso prolungato o comunque sensazione di un “mattoncino”.

Passiamo ora alle caratteristiche tecniche :

  • Processore : Snapdragon 810 , octa- core , @ 1.8 GHz
  • GPU :  Adreno 430
  • Display : 5,5 pollici con risoluzione FullHD (1920×1080 pixel) , 401 ppi
  • RAM : 4GB LPDDR4 / presente versione da 3GB LPDDR4
  • Memoria internaa : 64 GB eMMc v5.0 / 16 GB eMMC v5.0
  • Fotocamera Posteriore : 13 MegaPixel  f/2.0, 6 lenti , con pixel d 1,3 um, OIS , messa a fuoco laser e doppio flash led
  • Fotocamera Anteriore :  5 Megapixel
  • Batteria : 3300 mAh
  • Sistema Operativo :  Andorid Lollipop con personalizzazione OxygenOS 2
  • Connettività : Completa (LTE) , con assenza NFC
  • Sensorore impronte digitali

Esperienza d’uso :

>Display :

Il display si presenta come un 5,5 pollici con risoluzione FullHD; se le premesse iniziali sono buone i risultati sono ancora migliori sul campo.

Il display risulta veramente bello, ed accoppiato al sensore di luminosità i risultati sono davvero ottimi, ma andiamo nel dettaglio : Il display in manuale ha una luminosità bassa, davvero bassa, ed alta, molto alta, ma non da record nel settore.

Impostata automaticamente anche con “luminosità al minimo” il display è sempre leggibile e molte volte fin troppo luminoso per la situazione. Infatti in soli piccolissimi casi, di più quando ci troviamo in interno il sensore a volte tende ad impostare una luminosità un po’ alta per la situazione, ma nulla di drammatico!

>Audio :

Troviamo nella parte inferiore del dispositivo due feritoie, ma solo una è lo speaker, quella destra, mentre quella sinistra è per il microfono ma soprattutto per estetica.

L’audio del dispositivo risulta essere alto, non altissimo, ma sufficiente per sovrastare la media, anche per la qualità la quale l’ho trovata davvero molto buona.

Buona anche “Audio Tuner”, migliorato rispetto alle precedenti versioni, il quale sempre presente, ci permette di personalizzare l’audio in qualsiasi situazione e soprattutto rapidamente. Piccola precisazione , disattivandolo otteniamo un volume più forte , ma a mio parere meno “naturale”.

Per quanto riguarda l’audio in capsula esso risulta essere forte ed alto ma molto chiaro, ho sentito sempre l’altro interlocutore anche in condizione di rumore di sottofondo molto alto.

>Fotocamera :

OnePlus ha puntato molto sulla fotocamera, lavorando sia via software che sul sensore stesso, scegliendo un particolare sensore con grandezza dei pixel maggiore 1.4um, che si traduce in una capacità di catturare più luce in situazioni particolari e quindi realizzare foto migliori, con meno rumore di fondo e più definite.

Se la teoria promette bene, la pratica è ancora meglio. Infatti il OnePlus 2 scatta davvero belle foto, con rumore di fondo molto ridotto e dettagli ben definiti. Anche i video mi sono sembrati molto buoni, con un autofocus molto rapido e preciso.

La messa a fuoco infatti è laser, il quale risulta esser molto veloce e preciso ma secondo me un gradino sotto rispetto a dispositivi come il G4, secondo me imbattibile sotto questo aspetto.

In breve posso riassumere la fotocamera con una sola parola, Adattabile, in quanto in tutte le situazioni si comporta sempre in modo ottimo.

Parlando del software della fotocamera esso è scarno, mi aspettavo qualche opzione in più, ma non tutti i mali vengono per nuocere; infatti questa interfaccia scarna si traduce in facilità e rapidità d’uso. Ma comunque non temete, un nuovo aggiornamento è in dirittura d’arrivo!

>Batteria :

Il OnePlus 2 è dotato di una batteria non è removibile da 3300 mAh, la quale accoppiata ad un ottimo display “solo” FullHD, invece dell’inutile QHD, offre un’ottima autonomia.

Infatti mi ha portato sempre a completare la giornata, assicurandomi sempre le 4 ore di display attivo, con uso intenso fuori dall’ufficio, quindi 4G/3G e qualche ora di Wi-Fi, le quali diventano 5 con uso sempre intenso ma solo Wi-Fi. Tempi di ricarica rapidi, circa 2 ore e qualche minuto in più.

Piccolo appunto, temperature non elevate ma comunque alte  durante la ricarica ( circa 40°)

>Prestazioni :

Le prestazioni di questo dispositivo sono state sempre al top, lo Snapdragon 810 , tanto criticato ed odiato, riesce a muovere il tutto senza nessun impuntamento o esitazione.

Gli unici appunti che mi sento di fare sono al launcher di OnePlus che secondo me tende a rallentare il sistema nelle animazioni e nell’apertura delle applicazioni, infatti usando un launcher alternativo ho notato una fluidità e rapidità maggiore.

Messo sotto stress il dispositivo non perde mai lucidità nelle prestazioni, mi riferisco a rallentamenti ecc.

Parlando di sotto stress non posso non parlare delle temperature ed ovviamente del gaming.

Le temperature non sono mai elevate, infatti esse non hanno mai superato i 43°, i quali sono pochi, ma purtroppo l’uso del frame in metallo tenderà a trasferire il calore su di esso, quindi noterete il frame tiepido che vi può far sembrare di avere un dispositivo caldo, quando alla fine non è così. La temperatura più elevata l’ho ottenuto con il dispositivo sotto carica, toccando i 42°.

Nell’ambito Gaming, la Andreno 430 è una garanzia, riproduzione dei dettagli altissima, senza mai perdere un frame e dando un’esperienza di gioco sempre fluida. Il discorso delle temperature fatto prima ovviamente è lo stesso nel gaming, infatti il picco ottenuto era durante un tempo prolungato di gioco, poiché nell’uso normale e reale il dispositivo difficilmente supera i 36/37 °.

Per quanto riguarda discorso Benchmark su AnTuTu, versione 64-bit, ha ottenuto 62.700 punti, senza neanche scaldare con una temperatura di 36 gradi, zero calore.

>Sistema Operativo :

Qui troviamo la nuova ROM di OnePlus, la OxygenOS , la quale è ancora giovane, ma visto l’attenzione che l’azienda sta ponendo in essa e soprattutto il saper ascoltarela community essa crescerà sicuramente.

Il sistema operativo si basa su Android Lollipop 5.1.1, con personalizzazione Oxygen OS, attualmente la versione 2.0.2, secondo aggiornamento dal momento del rilascio di OnePlus 2, ma è già previsto l’aggiornamento alla versione 2.1.

La personalizzazione è quasi un Android Stock, per quanto riguarda l’interfaccia, con la presenza di Shelf, un raccoglitore di widget e di applicazioni e contatti più utilizzati per rendere ancora più facile e veloce l’uso per l’utente, davvero utile.

Questa novità implementata da OnePlus possiamo vederla come sintesi di tutto il sistema; infatti essa non riempie il sistema con tante cose inutili, ma tante piccole cose che sanno bene cosa fare, e quindi  non appesantiscono il sistema, ne lo cambiano radicalmente, ma lo “abbelliscono” e ne aumentano l’utilità.

Interessanti le piccole personalizzazioni possibili, sia per i tasti, a schermo o fuori lo schermo, possibilità di invertirli, e personalizzarli, con associazioni di funzioni che variano al tocco, doppio tocco o pressione prolungata. I Tasti sono  esterni al display, e il tasto centrale, dove è implementato il sensore di impronte digitali, non è un tasto, ma è soft touch, ed anch’esso è personalizzabile.

Altre personalizzazioni vedono la presenza di gesti, a schermo spento, ed una personalizzazione semplice ma approfondita dell’intero sistema operativo, con possibilità di cambiare il tema di esso : “Dark” , che ricorda Android KitKat, e “Chiaro”, che ricordaAndroid Lollipop; nella possibilità “Dark” si possono cambiare anche i colori dei dettagli.

Piccolo appunto riguardo al sistema operativo è il launcher, il quale non lascia possibilità di personalizzare la griglia della home, e diciamo su un display 5,5 pollici con tasti fuori dallo schermo vedere le icone in una griglia 4×5, almeno per i miei gusti, sono troppo grandi; altro appunto, come già detto prima, credo esso sia il colpevole di una lentezza nell’aprire le applicazioni e nelle animazioni, in quanto con un laucher alternativo questa lentezza non è più presente ( da notare che la lentezza non è così evidente, quindi non esagerate); insomma per risolvere questi due piccoli appunti basta installare un laucher alternativo.

>Caratteristiche Particolari :

Scendendo più nel dettaglio, tra tutte le cose di cui non abbiamo parlato fino adesso troviamo il sensore di impronte digitali.

Senza allungarmi troppo con discorsi lunghi e che forse nessuno leggerà posso riassumere il tutto con una sola parla : Affidabile.

Infatti esso mi ha riconosciuto sempre l’impronta (9/10) e si è sempre comportato bene.

Mi sento di consigliare particolare attenzione nella registrazione delle impronte poiché essa è fondamentale per il corretto funzionamento durante lo sblocco del dispositivo, sia in riconoscimento che rapidità.

>Prezzo :

Il dispositivo come l’anno scorso è in vendita sullo store ufficiale, al momento tramite invito, ad un prezzo di partenza di 329€, versione 3GB/16GB, mentre sale a 399€ per la versione da 4GB/64GB.

Molti sono rimasti “delusi” e “sconvolti” dal prezzo rispetto al suo predecessore, parlando di un incremento di 100€, ma se i fan ricordano bene, OnePlus alzò il prezzo dello One a 349€, quindi teoricamente il rincaro è di soli 50€, che per le le cose in più che offre può esser giustificato.

Anche con l’aumento del prezzo io mi sento di confermare l’ottimo rapporto qualità-prezzo, poiché comunque si tratta di un dispositivo sempre affidabile e con una qualità costruttiva premium.i.

Inoltre quest’anno, se non si vuole aspettare un invito è possibile comprare la versione “cinese” del dispositivo, la quale ha delle piccole limitazioni, come assenza banda LTE 800 Mhz e singolo imei per il dual sim. Ovviamente il prezzo è leggermente più caro, ma non distante dal prezzo ufficiale di OnePlus.

Per acquistare il OnePlus 2 senza invito vi consigliamo GearBest che attualmente ha una offerta davvero interessante, vi lasciamo l’articolo dedicato

>Conclusioni :

Giungendo alle conclusioni, inizialmente ero scettico, e forse vedendo il OnePlus One a 299€ non vedevo questo “2” sensato da esser comprato, ma tutto è cambiato solo provandolo.

Infatti tenuto in mano si ha la sensazione fin da subito di avere uno smartphone premium, solidità e robustezza danno una sensazione che neanche un Galaxy S6 ti dà (mi riferisco alla sensazione di fragilità di esso nel tenerlo in mano).

Anche se esso è un 5.5 pollici, è un piacere tenerlo in mano, e credo, io la pensavo uguale, una volta che lo si prova, anche se non amate i dispositivi così grandi, una volta provati è un piacere usarli.

Insomma mi sento di promuovere questo OnePlus 2 a pieni voti, mi ha sempre offerto prestazioni al top in tutti i sensi, e si e confermato essere sempre affidabile in tutte le situazioni.

Calcolando che si tratta di un dispositivo da poco uscito, e i tanti aggiornamenti promessi dall’azienda è un dispositivo che può solo crescere e migliorare.

Se siete alla ricerca di un nuovo dispositivo ma non volete spendere cifre elevate per gli attuali top di gamma, ma non volete ripiegare su “dispositivi vecchi” poiché volete sempre l’ultimo uscito, questo OnePlus 2 fa per voi. Assolutamente consigliato!

 

OnePlus 2 Recensione (BassaRisoluzione)

Rispondi