Sony pronta a vendere la divisione VAIO

http://tuttosmart.eu/sony-pronta-a-vendere-la-divisione-vaio/

Ieri già le prime voci , però subito dopo la prima smentita , però oggi altre voci continuano a rendere questo rumors , in qualcosa di più certo.
Sony sarebbe interessata a vendere a terzi la sua divisione PC, una triste realtà raccontata dal giapponese Nikkei e non ancora commentata ufficialmente dalla stessa casa. L’editoriale si centra sulle difficoltà economiche che potrebbero essere decisive per una simile decisione, tagliare i rami secchi in tempi di siccità può essere una drastica ma efficace soluzione se si vuol salvare ciò che di sano ne è ancora rimasto: le vendite di PC e notebook sono andata male quasi per tutti e probabilmente i VAIO sono stati più un peso che una risorsa. Lo scopriremo presto non appena verranno divulgati i numeri ufficiali, attesi per domani 6 Febbraio. Il Nikkei ha così tuonato in un passaggio:

“La vendita prevista da Sony delle sue attività legate ai personal computer sottolinea quanto questo business sia precipitato in basso per i produttori giapponesi e statunitensi.”

Il brand VAIO è uno dei più antichi su piazza, il suo debutto risale infatti al 1996, quando sui PC impazzava la rivoluzione Windows 95. Altri tempi e tendenze di mercato, in tutti questi anni i VAIO non hanno mai raggiunto livelli ottimi, il picco parla infatti si sole 900.000 unità, mentre per il 2013 se ne attendono soltanto 600.000. Non è stata diffusa nessuna indiscrezione su chi sarebbe in pole per l’acquisizione, qualora avvenisse su serio, ma siamo certi che se il costo approssimativo della divisione compreso tra i 292 e i 365 milioni di euro fosse confermato in molti si presenterebbero all’appuntamento.

Secondo le stime di IDC la quota di mercato di Sony si è ridotta ulteriormente nel corso dell’anno, passando dal 2.3% del 2012 all’1.9% del 2013, con una riduzione complessia delle vendite pari a 1.5 milioni (giù di 0.5 milioni). Le stime di alcuni analisti parlano di un fatturato della divisione PC di Sony pari a circa 4 miliardi di dollari, ma anche di perdite relative all’anno appena concluso vicine ai 220 milioni di euro, cifre che spiegherebbero il perchè di queste voci alla luce del taglio di rating ed altre divisioni non proprio così brillanti.

Speriamo vivamente che tutte queste speculazioni cadano nel dimenticatoio e che il brand conservi la sua natura la dove l’abbiamo sempre vista, Sony dovrebbe concentrarsi maggiormente sul segmento tablet Windows e come gli altri proporre soluzioni più economiche, sfruttando anche i Bay Trail che tanto stanno convincendo mercato e consumatori.

Rispondi